“L’equità di genere non è solo una questione di giustizia e diritti, è fondamentale per produrre la ricerca migliore e fornire la migliore assistenza ai pazienti. Se la scienza, la medicina e la salute globale lavorano per migliorare le vite umane, devono essere rappresentative della società di cui sono al servizio. La lotta per l’equità di genere è responsabilità di tutti, e questo significa che deve valere per tutti, uomini e donne, ricercatori, medici, finanziatori, leader istituzionali e, anche per riviste mediche”.

Così la prestigiosa rivista The Lancet ha dedicato il numero del 9 febbraio 2019, al tema sul progresso delle donne nella scienza, nella medicina e nella salute globale. Il numero contiene nuove prove internazionali su forme di pregiudizio di genere nei finanziamenti per la ricerca; logorio delle donne nei programmi di formazione clinica e di sperimentazione clinica; la misura in cui le università di tutto il mondo hanno concretizzato i loro impegni pubblici in materia di genere e diversità etnica;  il rapporto tra leadership femminile nella scienza e produzione di ricerca legata al genere. Nuove analisi e commenti stabiliscono l’importanza delle teorie di genere e problematizzano le strategie organizzative per aumentare la diversità di genere nella medicina e nella scienza.

Leggi lo Speciale on line cliccando qui

Leggi l’articolo di Grazia Labate (da: quotidianosanita.it)

Comments are closed.